Sintesi

I cittadini svizzeri beneficiano della piena libertà di circolazione negli Stati membri dell'Unione europea (UE): in questi Paesi hanno diritto alla parità di trattamento con i cittadini dell'UE e dell’Associazione europea di libero scambio (AELS) per quanto riguarda il domicilio e l’esercizio di un'attività lucrativa.

L'ALC facilita le condizioni di soggiorno e di lavoro per i cittadini svizzeri sul territorio degli Stati membri dell’UE. Contiene inoltre disposizioni che disciplinano il riconoscimento reciproco dei diplomi e il coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale. I cittadini dei Paesi che fanno parte dell'AELS godono degli stessi diritti dei cittadini dell'UE, in virtù della Convenzione AELS riveduta ed entrata in vigore il 1° giugno 2002.

Per stabilirsi in un Paese dell'UE o dell'AELS i cittadini svizzeri che esercitano un'attività lucrativa devono disporre di un permesso di soggiorno, di un contratto di lavoro valido e di un'assicurazione malattia. I cittadini svizzeri non attivi devono dimostrare di disporre di mezzi finanziari sufficienti per garantire la propria autonomia finanziaria, in modo da non dover ricorrere all'aiuto sociale durante il soggiorno all'estero.

Nel quadro dell’ALC la Svizzera partecipa al sistema europeo di riconoscimento dei diplomi; grazie all’ALC, per i cittadini svizzeri è più facile far riconoscere le proprie formazioni.

Link

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 03.12.2018

Contatto

Direzione degli affari europei DAE
Palazzo federale Est
3003 Berna
T
+41 58 462 22 22
Contatto

Cartina

Direzione degli affari europei DAE

Palazzo federale Est
3003 Berna

Mostra sulla cartina