Votazioni

L’Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC) concluso tra la Svizzera e gli Stati dell’Unione europea (UE) è in vigore dal 2002 ed è stato esteso progressivamente ai nuovi Stati che hanno via via aderito all’UE. Ogni estensione può essere votata e accettata dal Popolo.

L'ALC, sottoscritto il 21 giugno 1999 dalla Svizzera e dall'UE nell’ambito degli Accordi bilaterali I e accettato dal Popolo il 21 maggio 2000, agevola le condizioni di soggiorno e lavoro dei cittadini svizzeri e dell'UE sia in Svizzera che nei diversi Stati membri. In virtù della Convenzione AELS riveduta ed entrata in vigore il 1° giugno 2002, per i cittadini degli Stati membri dell'Associazione europea di libero scambio (AELS) vigono le stesse disposizioni. 

In vigore dal 1° giugno 2002 per i cittadini dei quindici Stati membri «storici» dell'UE (UE-15), l'Accordo è stato esteso nel 2006, dopo l'accettazione da parte del Popolo il 25 settembre 2005, ai dieci Stati che hanno aderito all'UE nel 2004 (UE-10). L'8 febbraio 2009, il Popolo svizzero ha votato in favore del rinnovo dell’Accordo e del relativo secondo Protocollo, che ne estende l'ambito di applicazione alla Bulgaria e alla Romania (UE-2). Dal 1° giugno 2009 l'Accordo si applica anche a questi due nuovi Stati membri dell'UE. 

Dal 1° gennaio 2017 l’ALC si applica anche alla Croazia, che ha aderito all’UE il 1° luglio 2013 quale 28° Stato membro dell’UE. Il Protocollo III è stato ratificato il 16 dicembre 2016.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 17.06.2019

Contatto

Contatto / informazioni

Direzione degli affari europei DAE
Palazzo federale Est
3003 Berna
T
+41 58 462 22 22
Contatto

Cartina

Direzione degli affari europei DAE

Palazzo federale Est
3003 Berna

Mostra sulla cartina